Politica

mercoledì 09 giugno 2021

Strutture residenziali, Biancani: «Chiesti alla Regione tamponi gratuiti per chi va a visitare gli ospiti»

Strutture residenziali, Biancani: «Chiesti alla Regione tamponi gratuiti per chi va a visitare gli ospiti»

di Ufficio Stampa Andrea Biancani

Tamponi gratuiti per chi va a fare visita a un familiare o a un amico, ospite di una struttura residenziale. Lo chiede con una mozione il vice presidente del Consiglio della Regione Marche Andrea Biancani e l'intero Gruppo del PD.

«E' un'opportunità per facilitare l'assistenza e la socialità dei degenti che proponiamo alla Regione – spiega il consigliere regionale Andrea Biancani -. Dopo mesi e mesi di isolamento senza poter vedere i propri cari e in attesa che termini la campagna vaccinale, sarebbe opportuno offrire ai familiari la possibilità di eseguire gratuitamente i tamponi necessari per l'ingresso nelle Residenze, almeno per coloro che sono in attesa della seconda dose del vaccino, oppure hanno già prenotato la somministrazione della prima dose». 

Per l'accesso in questi edifici, di nuovo possibile grazie ad un'ordinanza del Ministero della Salute, si richiede la Certificazione Verde Covid-19, che consiste nel documentare il ciclo completo della vaccinazione, oppure l'avvenuta guarigione dall'infezione non oltre sei mesi precedenti, o l'effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare. 

«Quest'ultima opzione – evidenzia Biancani - rappresenta un'incombenza gravosa che richiede tempo e dal costo significativo, soprattutto per quei parenti che frequentemente hanno la necessità di far visita ai ricoverati, perché deve essere eseguito al massimo 48h prima dell'accesso. Se non si è ancora vaccinati, occorre ripeterlo tutte le settimane, perché la validità massima è di 48h. Nella nostra proposta invitiamo anche ad ammettere i tamponi salivari, meno costosi, più veloci e più semplici da effettuare, la cui efficacia è stata formalmente riconosciuta dal Ministero lo scorso 14 maggio. Per questa tipologia di utenti, i tamponi potrebbero essere eseguiti gratuitamente in farmacia, nei laboratori convenzionati o, qualora ci siano le condizioni, anche all'ingresso delle stesse residenze sanitarie». 

La mozione, di cui prima firmataria è la consigliera Anna Casini, sottoscritta anche dalla consigliera Micaela Vitri, sollecita infine la gratuità dei test anche per le prestazioni sanitarie, quando richiesto.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info