Politica

venerdì 29 maggio 2020

L'assessore Morotti e Marche Multiservizi replicano alla Lega Pesaro: "Sul ritiro del verde polemiche sterili e inutili"

L'assessore Morotti e Marche Multiservizi replicano alla Lega Pesaro: "Sul ritiro del verde polemiche sterili e inutili"

di Ufficio Stampa

“Con grande stupore sento dalle dichiarazioni della Lega, la parola Ecotassa usata in maniera impropria – spiega l’assessore alla Sostenibilità Heidi Morotti -, creando confusione nei cittadini. Ritengo che in questo periodo di polemiche sterili e inutili ne siano già state fatte a sufficienza e credo quindi che un piccolo chiarimento sia doveroso. Il ritiro del verde veniva fatto per una questione di decoro urbano, ma nel tempo questo servizio è diventato talmente pesante da non poter più essere sostenibile in maniera gratuita senza gravare su tutta la collettività. Non mi pare socialmente equo pensare di poter “spalmare” su tutti i cittadini il costo di quantitativi di verde proveniente da grandi parchi privati, ville o appezzamenti di terreni piantumati. Tre mc per un massimo di 4 ritiri annui sono una quantità di verde compatibile con un giardino urbano per i quali è ragionevole pensare ad un ritiro gratuito senza aggravio di costi per la collettività, inoltre i cassonetti stradali del Verde Oro sono di libero uso da parte dei cittadini e vengono svuotati con regolarità. Diversamente, come per ogni settore, chi usufruisce di un servizio è giusto che lo paghi in autonomia”.

Per dare due numeri: dal 2009 al 2019, la raccolta di MMS per questa tipologia di materiale è passata da 5.600 a 20.000 tonnellate. “Una quantità assolutamente non compatibile con la produzione domestica – fa sapere Marche Multiservizi - e che non corrisponde assolutamente ad un aumento del verde urbano. Dalla ripresa delle attività post Covid-19, con i servizi attivati il 18 maggio, il numero di interventi sulla sola città di Pesaro è stato di 620 prelievi gratuiti sotto i 3mc e di 38 richieste sopra i 3mc”.


Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info