Politica

lunedì 16 novembre 2020

Il sindaco Ricci replica all'assessore Foschi: "Ho dato mandato ai miei avvocati per un'eventuale querela"

Il sindaco Ricci replica all'assessore Foschi: "Ho dato mandato ai miei avvocati per un'eventuale querela"

La replica del sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, ad Elisabetta Foschi, assessore alla Sanità del Comune di Urbino e coordinatrice provinciale di Forza Italia, che lo accusa di aver "contribuito" al passaggio della Regione Marche da zona gialla a zona arancione: 

"Quando la politica (e non solo) diventa ridicola.

Tutti sanno che i criteri, per definire le varie zone di restrizione, sono tecnici e sanitari. Come può venire in mente un’accusa così ridicola? 

Del resto la stessa Foschi era quella che in piena pandemia mondiale diceva che gli urbinati erano stati infettati dai pesaresi ; ed è la stessa assessora di Urbino che fa finta di nulla quando il suo collega di giunta Sgarbi forza le leggi con le sue teorie negazioniste. 

Ci sarebbe da ridere se non da piangere; ma, durante una fase così delicata per la salute e per l’economia, non si possono fare accuse così demenziali e gravi. 

Per questo stamattina, dopo l’ennesima sparata senza fondamento, darò mandato ai miei avvocati per verificare se ci sono le condizioni per una querela. 

Politicamente invece mi concentrerei in Regione affinché i dati sanitari possano migliorare invece di gridare al complotto. Inizierei dal recuperare i ritardi sui tamponi, per ridurre le conseguenze sanitarie gravi e tornare il prima possibile in zona verde".

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info