Politica

lunedì 09 marzo 2020

I gruppi consiliari di opposizione al sindaco Ricci: "più rigore, unità d'intenti e collaborazione"

I gruppi consiliari di opposizione al sindaco Ricci: "più rigore, unità d'intenti e collaborazione"

di Centrodestra Pesaro

I gruppi consiliari di opposizione della Lega, di prima c’è Pesaro-Fratelli d’Italia e di Forza Italia rivolgono al Sindaco un accorato appello pubblico per chiedere più rigore, unità d’intenti e collaborazione.

Al Sindaco Matteo Ricci

“In un momento così difficile che sta coinvolgendo la nostra comunità ci sentiamo di rivolgere al Sindaco Ricci un appello finalizzato solamente a ritrovare l’unità nei comportamenti di una città che vive in confusione, alimentata in primis da un governo incapace di gestire questa emergenza e poi da atteggiamenti dallo stesso Sindaco tenuti anche ultimamente, con l'invito a partecipare all'accensione delle luminarie in centro.

Invitiamo il sindaco a smettere con la sua spasmodica ricerca di visibilità che lo ha portato già a coniare l’imbarazzante slogan “Basta Panico” che ha messo in ridicolo la nostra città per giorni

È il momento della serietà e non quello di rincorrere le interpretazioni ad hoc di una Legge confusa nella forma, ma chiara nell’obiettivo e a non trovare scorciatoie che possano diminuire ed attenuare gli effetti delle misure restrittive imposte dal governo.  In queste ore siamo tempestati di domande di cittadini impauriti che non sanno come comportarsi e che trovano nell’interpretazione delle leggi alla “pesarese” una contraddizione rispetto all’invito a rimanere a casa e al clima di preoccupazione sanitaria che emerge da tutti gli ospedali marchigiani, quasi al collasso. Basta con questo atteggiamento superficiale proteso solo a sminuire la gravità della situazione. Il sindaco inviti in maniera chiara i cittadini a stare a casa. Il sindaco si arrabbi severamente con quei giovani che non avvertono la paura e che fanno finta che non stia accadendo nulla. Il sindaco parli solo attraverso atti e circolari firmate assieme alla prefettura e non attraverso le sue dirette FB (peraltro dalla sua pagina dove lo vedono solo chi non ha bannato e non da quella del comune). Il sindaco sospenda il mercato previsto per domani - come tra l’altro hanno già fatto i sindaci del riminese - che rischia di diventare il ritrovo anche di molti ragazzi non impegnati a scuola. 

Al sindaco Ricci e a tutta la giunta siamo pronti a dare la massima collaborazione istituzionale per aiutare la città a superare questo drammatico momento sanitario ed economico, ma chiediamo un cambio netto di atteggiamento al fine di preservare in primis la salute dei nostri cittadini. Per una volta conta di più l’efficacia dei provvedimenti rispetto all’ansia di comunicare e di visibilità che anima chi vive di propaganda e di like. 

Abbiamo già un governo incapace che complica questa situazione e non abbiamo bisogno di un sindaco protagonista per cinque minuti di notorietà. 

Oggi c’è una città che deve fare di tutto per uscire da questa situazione di emergenza. 

Sindaco cambi atteggiamento e chieda più rigore e meno superficialità ad un’intera città che lei ha l’onore di amministrare.

Per il bene di Pesaro siamo disposti anche a mettere da parte le differenze che ci dividono fino alla fine di questa emergenza. 

La salute dell’intera città e di 100.000 persone dipende anche dalle sue azioni. Non sia irresponsabile! “

Giovanni Dallasta 

Nicola Baiocchi 

Michele Redaelli

Dario Andreolli 

Roberto Biagiotti 

Emanuele Gambini 

Giulia Marchionni 

Andrea Marchionni 

Francesco Totaro

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info