Politica

mercoledì 02 ottobre 2019

«Gli utenti di Galantara hanno bisogno di risposte, occorre accelerare»

«Gli utenti di Galantara hanno bisogno di risposte, occorre accelerare»

Il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd) interviene nuovamente sulla necessità di rafforzare il personale assegnato al centro Disturbi del comportamento alimentare (DCA) di Pesaro. In un'interrogazione Biancani ha sollecitato l'assunzione di un Dirigente medico psichiatrico, in sostituzione del responsabile andato in pensione nel 2018, e ha ricordato le rassicurazioni ricevute oltre un anno fa dall'Asur Area Vasta 1 sull'ingresso di un secondo psicologo e di un dietista. «L'ambulatorio di Galantara, operativo dal 1999, si è caratterizzato fin da subito per l'elevato flusso di utenti da tutta la provincia e da fuori regione, garantendo sempre un alto standard di servizi per i pazienti e le loro famiglie - spiega Biancani - . Per questo motivo mi sono impegnato perché la struttura venisse riconosciuta "Unità operativa dipartimentale"». Nel 2017, anno in cui è avvenuto il riconoscimento, le prese in carico sono state 246, 40 in più rispetto al 2016, «mentre nell'ultimo periodo – spiega Biancani - proprio per la presenza di un solo medico, oltretutto non esclusivamente dedicato, il numero delle visite sta registrando un calo, a fronte dell'aumento delle richieste. Il percorso di cura prevede psicoterapie, consulenze nutrizionali, monitoraggio clinico e attualmente l'equipe multidisciplinare non è completa». Nella risposta all'interrogazione, viene spiegato che l'incarico del responsabile al momento è assolto da un facente funzioni e che "il ritardo nella nomina del titolare è dovuto alla difficoltà di reperire dirigenti medici nella disciplina di psichiatria". Per quanto riguarda il dietista e lo psicologo, sono due figure professionali già previste nel piano del fabbisogno 2019/2021, ma risultano ancora "in fase di acquisizione". «Gli utenti hanno bisogno di risposte, occorre accelerare. I cittadini e le associazioni continuano a segnalarmi la necessità di potenziare il personale, perchè i disturbi del comportamento alimentare sono sempre più diffusi e non vanno sottovalutati – insiste Biancani -. Questo centro merita attenzione e per rendere efficace il suo riconoscimento in Unità Operativa è necessario garantire il completamento della pianta organica».

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info