Politica

martedì 21 luglio 2020

Flash mob per Biancani: oltre 400 persone in Piazza del Popolo per sostenerlo alle elezioni regionali

Flash mob per Biancani: oltre 400 persone in Piazza del Popolo per sostenerlo alle elezioni regionali

di Ufficio Stampa

Oltre 400 persone in piazza del Popolo per sostenere Andrea Biancani alle elezioni regionali 2020: alcuni di loro hanno anche partecipato al flash mob che ha composto, a riquadri rossi, la scritta “Pesaro Vota Biancani”.

Emozionato per la calorosa partecipazione, Biancani ha ringraziato tutti i presenti: «È un’emozione molto forte quella che mi state regalando - ha commentato al microfono - voglio ringraziare tutte le persone che mi stanno aiutando, quelle che lo hanno fatto fino ad oggi e quelle che lo faranno in questi 2 mesi di campagna elettorale. Tutti i volontari, le persone del comitato e i giovani che hanno organizzato questa bellissima iniziativa. Un evento come questo è possibile solo grazie a tutti voi! Vedo anche tanti amministratori del comune di Pesaro, ma anche del territorio, a significare che questa candidatura ha il sostegno non solo di Pesaro, ma anche di un intero territorio».
«Sono stati 5 anni molto difficili: - prosegue Biancani entrando nel vivo del suo discorso - 5 anni in cui abbiamo lavorato tantissimo per portare importanti risultati a fianco del presidente Ceriscioli. Risultati importanti e concreti in una regione che è stata colpita dal terremoto e non ultima, che ha subito fortemente l’emergenza Covid. Per questo abbiamo dovuto concentrarci e utilizzare risorse anche per tematiche di cui avremmo preferito fare a meno. Nonostante tutto, siamo stati sempre molto vicino al territorio. La mia attività, in particolare, è stata maggiormente rivolta alla nostra provincia, in un lavoro faticosissimo che mi ha visto presente in molti comuni: un lavoro che ho fatto sempre con grande passione, perché fare politica e fare l’amministratore mi piace molto. La Regione in questi anni è anche molto cambiata: siamo passati da un ente che dava un indirizzo di programmazione, a un ente di gestione. Ci siamo dovuti trasformare, prendendo tutte le competenze che erano ad appannaggio della Provincia: dal lavoro alla formazione, alle infrastrutture, alla cultura, al turismo, insieme a molte tematiche legate al sociale. Quindi abbiamo dovuto re-inventare totalmente l’Ente Regione. Tengo a sottolineare che, la città di Pesaro ha ricevuto dalla Regione oltre 60 milioni di euro, con oltre 260milioni di euro su tutto il territorio provinciale. Rispetto a prima di questa legislatura, sicuramente il nostro territorio mai aveva avuto così tanta attenzione, come in questi 5 anni. La nostra presenza ha concentrato molte attenzioni su questo territorio e alle persone».  

«Sapete tutti che vivo la politica come politica del “Fare”: sono presente e sono sempre stato in ascolto di tutti coloro che mi hanno cercato. E continuerò a fare una politica “a servizio” dei cittadini e della comunità. Penso di essere stato l’unico a ricevere le persone fin dal primo giorno in Regione e lo sto facendo tutt’ora, con l’impegno di continuare in questo percorso, con le stesse motivazioni e lo stesso ascolto. In 5 anni non ho saltato una settimana! Una regione così vicina e così disponibile non era neppure immaginabile. Questa cosa è per me un motivo di orgoglio e uno stimolo a continuare, mantenendo questo forte legame con Pesaro e con tutta la provincia. Siamo stati vicino anche al mondo dell’Impresa: molti i bandi realizzati grazie al lavoro fatto con tante associazioni di categoria, sia per quanto riguarda il lavoro, il turismo e la cultura. L’importante è esserci e FARE, insieme ad una idea di un futuro sostenibile, perché il modello di sviluppo deve puntare ad un mondo migliore e sostenibile». 

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info