Politica

mercoledì 09 dicembre 2020

È stata modificata la legge della Regione Marche sull'edilizia nelle zone sismiche

È stata modificata la legge della Regione Marche sull'edilizia nelle zone sismiche

Approvata all'unanimità dal Consiglio regionale la proposta di legge sugli interventi edilizi in zone sismiche, presentata dal Vicepresidente del Consiglio regionale Andrea Biancani.

«Le nuove norme – spiega Biancani - recepiscono i principi della semplificazione e dell'innovazione, riducendo i tempi e i costi relativi alle pratiche per la realizzazione dei lavori. Il rilascio dell'autorizzazione per gli interventi – entra nel merito – dovrà avvenire non più entro 60 giorni, ma entro 30 giorni, dimezzando il tempo di attesa. Inoltre viene introdotto il principio del silenzio-assenso, secondo il quale, superato il termine dei 30 giorni, non c'è più l'obbligo di disporre di una risposta scritta per riternersi autorizzati a procedere. In pratica la mancanza di una risposta formale, scaduto il tempo, equivale ad una risposta affermativa».

Sempre in linea con il Decreto semplificazione e innovazione, la nuova legge snellisce anche le pratiche relative alle opere di somma urgenza, «in questo caso, qualora si tratti di interventi di emergenza per la messa in sicurezza, l'autorizzazione sismica non è necessaria, purché le opere siano temporanee e provvisorie, con permanenza inferiore ai due anni». Dal punto di vista del controllo, la nuove disposizioni prevedono che il sorteggio a campione dei progetti soggetti a verifica avvenga tramite il sistema informativo integrato regionale “DOMUS”.

«La legge approvata oggi – conclude Biancani – è il frutto di un percorso di confronto svolto nella precedente legislatura con ingegneri, architetti, geometri, tecnici e imprese. L'obiettivo è quello di rendere le procedure più snelle e veloci, garantendo la sicurezza e riconoscendo le competenze dei professionisti. Ringrazio la Terza Commissione e l'intero Consiglio regionale per l'approvazione unanime».

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info