Politica

sabato 13 giugno 2020

Dopo l'unità del centrosinistra attorno a Mangialardi, il PD Marche pensa alle candidature al Consiglio regionale

Dopo l'unità del centrosinistra attorno a Mangialardi, il PD Marche pensa alle candidature al Consiglio regionale

di PD Marche

Il centrosinistra si presenta unito e compatto attorno alla candidatura di Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia e presidente Anci. Una coalizione larga e aperta ai civismi del fare e del buon governo dei comuni e delle città. Una scelta fatta nelle Marche e per le Marche. Una proposta nata da moltissimi sindaci marchigiani, dal territorio e dal basso, non nei Palazzi romani come la destra. Vogliamo unire le Marche per aprire una fase nuova con un progetto di sviluppo della regione e con i valori migliori della comunità marchigiana”. Parole del segretario regionale Pd Giovanni Gostoli che dopo la coalizione e condivisione del candidato Presidente oggi apre alle consultazioni di circoli Pd per la selezione delle candidate e i candidati al Consiglio regionale delle Marche.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, l’Assemblea regionale del Partito democratico delle Marche ha approvato la proposta della Segretaria regionale e delle Federazioni provinciali di Regolamento. A causa delle problematiche legate al Covid19 e i tempi stretti organizzativi per avviare il percorso di consultazioni l’assemblea è stata convocata eccezionalmente per via telematica.

Il segretario regionale dem Gostoli e la presidente dell’Assemblea regionale Pd Silvana Amati nei giorni scorsi hanno scritto ai componenti dell’organismo dirigente: “La volontà del Pd regionale e delle Federazioni provinciali nonostante le problematiche e le limitazioni causate dal contenimento della pandemia è quella di organizzare le consultazioni nei territori per la segnalazione delle candidature al Consiglio regionale delle Marche, garantendo la più ampia partecipazione possibile degli iscritti nel pieno rispetto delle regole e dei comportamenti anti contagio".

Siamo tutti consapevoli - precisano Gostoli e Amati - che nella proposta delle candidature per il Consiglio regionale delle Marche passerà un pezzo importante della vittoria alle prossime elezioni regionali di fine Settembre. Occorre lavorare per dare vita a liste di candidate e candidati forti, competitive,radicate nei territori, aperte alla società, con le competenze migliorie capaci di allargare il consenso" è l’indicazione del segretario Gostoli. 

Il percorso delle consultazioni ha lo scopo di favorire la partecipazione degli iscritti al dibattito sulle candidature e di proporre idee e contenuti programmatici anche alla luce dell’emergenza causata dal coronavirus. Sarà compito delle Assemblee provinciali, terminate le consultazioni e su proposta del Segretario provinciale, indicare una proposta di nominati per la lista del Pd nel proprio collegio elettorale. L’Assemblea regionale Dem, infine, è l’organismo deputato a votare e dare via libera a tutte alle liste dei candidati Pd per il rinnovo del Consiglio regionale, su proposta del Segretario regionale dopo aver raccolto le indicazioni delle Federazioni”, precisano Gostoli e Amati.

Da regolamento la road map prevedere le consultazioni nei circoli o più circoli insieme per aree omogenee entro il 30 giugno. Le Assemblee provinciali sono previste entro il 4 luglio e l’Assemblea regionale che sarà il via libera alle liste di candidate e candidati Pd è fissata per il 7 luglio.

Qualora non ci sia la possibilità di organizzare gli incontri in luoghi chiusi o all’aperto è possibile utilizzare le piattaforme digitali per convocare le riunioni in video call

La proposta di regolamento della Segreteria regionale è stata formulata adeguando quello già adottato nel 2015. Le modifiche e le integrazioni sono avvenute previa consultazione dei Segretari provinciali. 

Le Assemblee provinciali e l’Assemblea regionale per la discussione e l’approvazione finale delle liste saranno invece convocate in un luogo che consentirà il rispetto delle regole anti contagio Covid19 oppure in video call attraverso l’utilizzo delle piattaforme digitali.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info