Politica

venerdì 22 maggio 2020

Doglioni e Carloni (Lega): "La provincia di Pesaro e Urbino esclusa dai fondi per le zone rosse, si cambi il DL Rilancio"

Doglioni e Carloni (Lega): "La provincia di Pesaro e Urbino esclusa dai fondi per le zone rosse, si cambi il DL Rilancio"

di Lodovico Doglioni Segretario provinciale Lega Pesaro-Urbino e Mirco Carloni Consigliere Regionale Lega

“E’ assurdo dover constatare come la nostra provincia di Pesaro-Urbino, dichiarata Zona Rossa nel DPCM del 8/3/2020, non sia stata inserita tra quelle beneficiarie dei 200 milioni di euro inseriti nel Decreto Rilancio pubblicato nella GU due giorni fa. Ancora più assurdo che il Presidente della Provincia Paolini ed il Governatore Ceriscioli non se ne siano accorti e non lo abbiano fatto notare al Governo”

In una nota il Segretario Provinciale Lega Ludovico Doglioni ed il Consigliere Regionale Mirco Carloni chiedono un intervento diretto della Regione per cambiare il DL Rilancio.

“Davanti ad un palese errore del Governo la Regione non può stare in silenzio ed auspichiamo che si attivi con la massima sollecitudine già nella giornata odierna per intraprendere ogni azione necessaria per far modificare il Decreto Rilancio, come già sta facendo il Governatore del Veneto Zaia. Dobbiamo tutelare la nostra Provincia, così duramente colpita dal Covid 19, e dobbiamo recuperare tutte quelle risorse economiche che il Governo ha messo a disposizione per i territori più danneggiati dalla pandemia. La nostra Provincia ha subito danni incalcolabili, sia da punto di vista di perdite umane, sia per quanto riguarda l’aspetto economico/sociale con la chiusura di innumerevoli attività, con il turismo in ginocchio e con le attività manufatturiere in grandissimo affanno”.

“Recuperare questi fondi – concludono Doglioni e Carloni - potrebbe almeno aiutare a ristorare i bilanci di molte imprese e farci superare questo momento difficilissimo, quindi, massima attenzione e forza per non farci scippare anche questa opportunità”.


Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info