Politica

giovedì 20 maggio 2021

Depositata la mozione del consigliere regionale Rossi per richiedere lo sblocco dei visti turistici per i cittadini

Depositata la mozione del consigliere regionale Rossi per richiedere lo sblocco dei visti turistici per i cittadini

di Ufficio Stampa

Il Consigliere Regionale dei Civici Marche, Giacomo Rossi, ha depositato una mozione che chiede alla Giunta di attivarsi presso il Governo italiano affinché siano sbloccate quanto prima, le procedure per il rilascio del visto per i turisti russi. Il Consigliere commenta. “Si sta vivendo una situazione tanto paradossale quanto grave, frutto di dinamiche assurde che di fatto stanno penalizzando e penalizzeranno fortemente il nostro comparto turistico: poiché il vaccino Sputnik V non è ancora riconosciuto dall'Ema e dall'Aifa, ciò impedisce che cittadini russi, seppur vaccinati, non si possano recare in Italia e, di conseguenza, nella nostra Regione”.

"L’Efficacia del vaccino russo Sputnik V - continua Rossi - è stata attestata da tantissime nazioni, nonché dalla nostra confinante Repubblica di San Marino dove ad oggi questo vaccino, ha permesso di azzerare i casi di decesso e dal 4 maggio, non si registrano più casi di contagio. Ben si capisce che questo limite ha dell’assurdo: voglio ricordare che le Marche, ormai da anni, sono una meta ricercata dai russi sia in ambito prettamente turistico che di business; i dati del 2019 ci dicono che quasi 70.000 russi hanno soggiornato nella nostra Regione presso esercizi alberghieri o complementari, a testimonianza di come i rapporti siano davvero importanti anche a livello numerico".

“Questa assurdità che sicuramente ha dietro motivazioni geopolitiche e russofobiche che non riguardano i marchigiani - rincara la dose Rossi - comporta un grave danno economico per le nostre strutture ricettive e per tutti i settori che ruotano intorno al turismo, come per esempio i negozi e gli outlet. Non possiamo permetterci che la nostra Regione perda l’importante flusso turistico russo, anche in virtù della recente iniziativa svolta dalla Regione Marche a Mosca con l'Ambasciatore italiano ed Enit che ha avuto il fine di far conoscere l'ampia offerta turistica delle Marche ed il rilancio del nostro aeroporto, sul quale dovranno aprirsi tratte aeree proprio dalla Russia”.

“Voglio ringraziare tutti i capogruppo di maggioranza ed il Presidente della II Commissione che hanno sottoscritto questa mia mozione, percependo da subito l’importanza che la sua finalità ha ed avrà per le nostre Marche”, conclude Rossi.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info