Politica

martedì 01 dicembre 2020

Come è composto il nuovo modello organizzativo del Comune di Pesaro

Come è composto il nuovo modello organizzativo del Comune di Pesaro

di Ufficio Stampa

Nuovo modello organizzativo per il Comune di Pesaro. Al fine di consentire il massimo sviluppo di interazione sia operativa che strategica, l’Amministrazione ha scelto di ridisegnare una nuova architettura dell’ente e della sua struttura. Obiettivi dell’intervento: rafforzare la funzione di coordinamento e ridistribuire le attività tra i dirigenti.  

STAFF DI DIREZIONE 

Per rafforzare la funzione di coordinamento delle attività della struttura è stato istituto uno staff di direzione composto dalla dott.ssa Paola Nonni, il segretario generale Claudio Chianese e, grazie ad una convenzione con Aspes, da Antonello Delle Noci (designato presidente di Pesaro Parcheggi). L’Amministrazione comunale, in tema di gestioni dei servizi di interesse generale e predisposizione di progetti di sviluppo economico, si avvale infatti del contributo strategico della società in house Aspes SPA, quale strumento di realizzazione degli obiettivi del programma politico amministrativo.   

Lo staff di direzione è stato introdotto dalle politiche dell’ente per la realizzazione di obiettivi, coordinare e assicurare l’integrazione di attività omogenee, curare il raccordo tra le strategie generali dell’Ente e le azioni e le risorse necessarie per attuarle assicurando che il sistema comunale operi realizzando innovazione nelle strategie e nei processi. Sarà responsabile dello svolgimento delle attività dei servizi di competenza dell’Area di riferimento e del corretto svolgimento dei processi intersettoriali.  

Lo staff dirigenziale si occuperà del coordinamento di tre macro aree:  

- servizi a cittadini, persona e famiglia: avrà la finalità di soddisfare il bisogno di informazione trasparenza e partecipazione del cittadino ai servizi dell’amministrazione, assicurando una gestione integrata di tutti i servizi che offrono prestazioni di informazione e certificazione e più in generale dei servizi comunali di rapporto con l’utenza. Dovrà poi garantire un governo integrato dei servizi erogati dal Comune ai singoli cittadini e alle famiglie di Pesaro a fronte di bisogni e domande specifici. L’Area si articola in: Direzione Servizi civici, partecipazione e promozione del territorio e Direzione Servizi Politiche Sociali ed educative. 

- servizi per la collettività e territorio: avrà la finalità essenziale di sviluppare e realizzare una forte integrazione della attività di pianificazione, progettazione e controllo che riguardano l’assetto e l’uso del territorio, gli investimenti, le infrastrutture e il patrimonio pubblico, l’ambiente e le attività economiche erogate, per rafforzare e sviluppare una politica dei servizi per la collettività e di ottimizzazione dell’uso delle risorse pubbliche. L’area si articola in: Direzione Servizio Lavori pubblici, Direzione Servizio Economia e sviluppo Urbano, Direzione Servizio Urbanistica e tutela ambientale 

- servizi interni: Servizi del personale (dott.ssa Paola Nonni) e Bilancio (Segretario generale Claudio Chianese) 

Il secondo obiettivo che l’Amministrazione vuole attuare con la nuova organizzazione è quello della ridistribuzione delle attività tra i dirigenti. 

DIRIGENTI 

Il Comune di Pesaro continuerà ad avere 10 figure di direzione, risparmiando ulteriori risorse (il costo annuale della dirigente uscente era 70 mila lordi, quello della convenzione con Aspes sarà di 38 mila ndr). Lo staff di direzione coordinerà gli altri 7 dirigenti/alte specializzazioni.  

Servizi a cittadini, persona e famiglia, coordinato dalla dott.ssa Paola Nonni 

Dopo il pensionamento della dirigente ai Servizi Sociali Mirella Simocelli, l’Amministrazione ha deciso di unificare la direzione dei precedenti servizi ‘Politiche educative’ e ‘Politiche sociali’ e ‘ATS1-U.O Fragilità-Gestione associata servizi” allo scopo di perseguire un approccio multidimensionale per ogni intervento e improntare tutte l’azione dei diversi servizi alla logica del welfare collaborativo di comunità. Il nuovo servizio di Welfare di Comunità, affidato al dirigente Valter Chiani, già dirigente delle Politiche Educative, costituirebbe un volano di risorse notevole, gestendo il 30% della spesa corrente del Comune (circa 30 milioni di euro) e il 30% del personale comunale. 

Al dirigente Galdenzi sarà affidata un’ulteriore attività, oltre a quella dei Servizi ai Cittadini e Partecipazione. L’ex comandante della Polizia Locale, dimessosi dall’incarico la scorsa estate, si occuperà di promozione culturale, sportiva e turistica.  

Servizi per la collettività e territorio, coordinato da Antonello Delle Noci tramite convenzione Aspes 

I dirigenti di riferimento degli ambiti sono Eros Giraldi (Fabbricati, Appalti ed Espropri, Viabilità e Strade), Marco Fattore (Attività Economiche e Suap, Patrimonio, Sviluppo e Opportunità, Innovazione e Digitale), Mauro Moretti (Staff tecnico amministrativo, Urbanistica, Edilizia Privata, Ambiente). 

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info