Politica

giovedì 30 aprile 2020

Ceriscioli e Bertolaso al Covid Hospital di Civitanova: "Saremo un esempio per la nazione"

Ceriscioli e Bertolaso al Covid Hospital di Civitanova: "Saremo un esempio per la nazione"

“E’ impressionante quello che sta accadendo qui a Civitanova. Dall’ultima visita sono passati poco più di dieci giorni e in questo breve lasso di tempo gli stessi spazi sono stati trasformati ormai in un ospedale. I lavori procedono ad una velocità straordinaria, ed è quello che abbiamo cercato fin dall’inizio, sicuri di mettere in piedi una attività all’interno della Regione di grandissima qualità e di alto livello. Era un tassello che mancava nel quadro più generale di contrasto alle pandemie. Avere una Regione che si dota di questi servizi significa avere una Regione più sicura. Saremo anche un esempio a livello nazionale visto che il Governo darà a tutte le Regioni l’obiettivo di dotarsi di strutture come queste e noi l’avremo già pronta quando gli altri inizieranno. Tutto questo avviene grazie ai donatori, grazie a chi lavora qui e grazie a Bertolaso ed ai suoi collaboratori che h24 seguono il cantiere che procede a velocità incredibile".

Queste le parole del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che questa mattina, accolto dall’ex capo della Protezione Civile e consulente della Regione Marche per l’operazione Covid Hospital Guido Bertolaso e accompagnato dal direttore dell’AV3 Alessandro Maccioni, dall’architetto Nardo Goffi e dal sindaco Fabrizio Ciarapica, ha effettuato il sopralluogo alla struttura ospedaliera di 84 posti in allestimento negli spazi della centro fieristico di Civitanova Marche.

” Stiamo parlando – ha sottolineato Bertolaso - di una realtà che a livello tecnologico è una delle prime in Italia quindi credo che nel corso delle prossime settimane pian piano tutti prenderanno piena consapevolezza di quanto è stato importante questo progetto. Sarà un esempio da esportare in tutto il Paese, su questo non ho il minimo dubbio. Mi auguro che il Ministro della Salute e il Ministro degli Affari regionali vengano qui mentre il cantiere è ancor aperto per rendersi conto che questo è un modello da replicare in tutta Italia. Oggi c’è l’emergenza Covid, poi avremo una seconda fase e può darsi anche che torni l’emergenza. Oggi è stato perdonato il ritardo nella risposta, domani nessuno perdonerà nessuno. E’ quindi importante organizzarsi per dare immediatamente a tutti i cittadini una risposta concreta e una soluzione a questo drammatico problema”.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info