Politica

venerdì 26 febbraio 2021

Biancani: "Rinunciare alla scuola in presenza avrà delle ripercussioni sulla formazione ed educazione dei ragazzi"

Biancani: "Rinunciare alla scuola in presenza avrà delle ripercussioni sulla formazione ed educazione dei ragazzi"

di Andrea Biancani, vice presidente del Consiglio regionale

La Regione Marche ha annunciato l'intenzione di chiudere tutte le scuole superiori dal 27 al 5 marzo (sembra!!!).

Una scelta che contrasta con le proposte fatte dalla Regione fino a pochi giorni fa quando ha richiesto al Governo di ridurre le restrizioni.

In pratica la confusione regna sovrana.

Ecco cosa proponiamo da mesi. 

Per noi la didattica in presenza, almeno al 50%, è una priorità e per garantirla vanno attuate tutte le azioni possibili.

Martedì, per la quarta volta in pochi mesi, abbiamo sollecitato il nuovo governo regionale ad avviare uno screening periodico, con test antigenici rapidi e gratuiti, per gli studenti e per il personale scolastico.

La Regione ha ridetto "No".

Abbiamo anche proposto, per non gravare sul personale sanitario, di realizzare il monitoraggio gratuito agli studenti e al personale scolastico attraverso delle convenzioni con:

- i medici di famiglia; 

- le farmacie;

- i laboratori convenzionati.

La Regione ha ridetto "No".

L'obiettivo era garantire fino a giugno lezioni in presenza al 50% attraverso uno screening periodico per circoscrivere e tracciare i casi.

Fare test periodici e gratuiti avrebbe tutelato anche il proprio contesto familiare e indirettamente anche il sistema del trasporto pubblico.

Il rischio sarebbe stato il ritorno dei ragazzi nell'oblio, chiusi in casa, con tutte le conseguenze che la didattica a distanza comporta. 

Dalla dispersione scolastica all'aumento delle disuguaglianze, provocate anche da connessioni Internet inadeguate soprattutto nelle aree interne.

Per noi la scuola deve essere una priorità, un luogo di crescita culturale e sociale. Rinunciare alla scuola in presenza avrà delle ripercussioni sulla formazione e sull'educazione dei ragazzi.



Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info