Politica

venerdì 28 agosto 2020

Belloni (Una Città in Comune): "La VL senza spettatori sarebbe triste, all'Arena potrebbero accedere 2700 persone nel rispetto delle distanze"

Belloni (Una Città in Comune): "La VL senza spettatori sarebbe triste, all'Arena potrebbero accedere 2700 persone nel rispetto delle distanze"

di Ufficio Stampa

Stanno per iniziare i Campionati sportivi e improvvisamente emerge il problema della capienza degli impianti.  Una situazione molto complicata, visti anche gli ultimi sviluppi dell'Emergenza Virus. Ma secondo Enzo Belloni, fondatore della Lista Civica "Una Città in Comune", non tutto è perduto.

"Alleno da sempre squadre di basket - esordisce Belloni - e so bene quanto siano importanti gli spettatori. I giocatori "sentono" la presenza del pubblico e sono spronati a fare del loro meglio, per non rischiare contestazioni anche feroci. Lo sport in generale - continua l'esponente politico - è essenziale, nella nostra vita. Lo sport genera benessere e serenità, è una scuola di vita importante, se vissuto bene. Non possiamo rinunciarvi. Eppure l'Emergenza Virus rischia di rovinare anche questo aspetto della nostra esistenza. Sento dire che il nostro Palazzo dello Sport non dovrebbe ospitare più di 200 spettatori, per ogni partita in casa della Vuelle Carpegna. La Società ha fatto i calcoli: lasciando sedere gli spettatori nella Vitrifrigo Arena disposti una fila sì e una no, e tenendo due posti liberi tra uno spettatore e l'altro, quindi nel pieno rispetto delle distanze interpersonali, si ottiene una capienza di 2.700 persone, utilizzando tutte le tribune. Il Governatore Ceriscioli ha mostrato determinazione e coraggio, quando ha deciso la chiusura delle scuole. A me piacerebbe che riuscisse a parlare direttamente con il Governo per fare valere le nostre ragioni. Mi auguro che tutti i tifosi facciano sentire la loro voce, per aiutare la squadra ad ottenere questa prima, importantissima "vittoria" nel Campionato 2020-2021".

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info