Cultura

venerdì 21 febbraio 2020

Il ROF festeggia il compleanno di Rossini in Oman

Il ROF festeggia il compleanno di Rossini in Oman

Il Rossini Opera Festival celebra in Oman il 228esimo compleanno di Rossini, nato a Pesaro il 29 febbraio 1792. Il Festival, nel quadro della collaborazione con la Royal Opera House Muscat che prevede la messinscena delle farse rossiniane a Mascate, capitale dell’Oman, porterà nel teatro omanita giovedì 27 e sabato 29 febbraio L’inganno felice, produzione del ROF messa in scena nel 1994 (e ripresa nel 2015) a Pesaro da Graham Vick.

La partnership è giunta al terzo appuntamento, dopo L’occasione fa il ladro (ottobre 2017) e La scala di seta (marzo 2019), e quest’anno si tiene in felice coincidenza con la ricorrenza rossiniana. La collaborazione tra ROH Muscat e ROF proseguirà questa estate con la coproduzione della Cambiale di matrimonio, in scena al ROF 2020 e successivamente in Oman.

L’inganno felice, ripreso dallo stesso Graham Vick, vedrà Diego Matheuz dirigere la Filarmonica Gioachino Rossini ed un cast di ex studenti dell’ Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” composto da Laura Giordano (Isabella), Daniel Umbelino (Bertrando), Elcin Huseynov (Ormondo), Omar Montanari (Tarabotto) e Carles Pachón (Batone).

La tournée del ROF si inserisce in un più ampio progetto educativo cui il Sultanato di Oman attribuisce grande importanza e che prevede anche un workshop teatrale per gli allievi delle Università di Mascate organizzato da ROH Muscat con la collaborazione del ROF.

L’inganno felice, farsa per musica in un atto su libretto di Giuseppe Foppa, fu rappresentata per la prima volta al Teatro San Moisè di Venezia l’8 gennaio 1812. La vicenda si svolge nei pressi di una cava mineraria, ove il capo dei minatori Tarabotto vive con Nisa, che tutti credono essere sua nipote, ma che in realtà dieci anni prima fu da lui raccolta in fin di vita sulla riva del mare: Nisa altri non è che la Duchessa Isabella, moglie del Duca Bertrando, ingiustamente accusata d’infedeltà coniugale dal consigliere di corte Ormondo e fortunosamente scampata alla morte. Durante la perlustrazione militare della miniera, il Duca verrà così a trovarsi di fronte a una donna in tutto simile alla moglie ripudiata: aperti gli occhi sulla realtà dei fatti, punirà il consigliere fedifrago e recupererà una serena esistenza coniugale.

Al ritorno dall’Oman, nel quadro delle celebrazioni per il compleanno di Rossini organizzate dal Comune di Pesaro, domenica 1 marzo alle 18.30 si terrà un Concerto dal balcone di Casa Rossini curato dall’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” del ROF, protagonisti Francesca Di Sauro e Matteo Roma, accompagnati al pianoforte da Elisa Cerri.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info