Cultura

sabato 29 maggio 2021

"Gradara Contemporanea", dal 5 al 26 giugno mostra diffusa e 4 incontri al Conventino

"Gradara Contemporanea", dal 5 al 26 giugno mostra diffusa e 4 incontri al Conventino

di Ufficio Stampa Provincia

Dal 5 al 26 giugno il centro storico di Gradara diventerà un enorme museo a cielo aperto, dove il ricco patrimonio storico dialogherà con l’arte contemporanea: il tutto grazie a “Gradara Contemporanea”, mostra diffusa di arte contemporanea che vedrà come sedi espositive l’Emporio La Loggia, il Giardino Segreto, il locale comunale Casa del Gufo ed il Conventino, complesso monastico francescano in cui si terranno anche 4 incontri con personalità di spicco nel mondo dell’arte, della storia e della letteratura.

La rassegna è ideata da Matteo Sormani e Fabrizio Baldassarri, fondatori dell’associazione senza scopo di lucro “Gradara Contemponeanea”, con i patrocini del Consiglio Regionale delle Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Gradara.

DIALOGO TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

“Volevamo valorizzare uno dei borghi più belli d’Italia con l’arte contemporanea, in continua evoluzione e motore di attrazione anche per un turismo più giovane e alternativo”, ha spiegato in conferenza stampa Fabrizio Baldassarri, socio de “Il Conventino” e dell’Historic Resort La Loggia. Come sottolineato da Matteo Sormani, fondatore della galleria d’arte virtuale Art – Preview e co – fondatore di Augeo Art Space di Rimini, “le opere d’arte verranno inserite nei luoghi all’insegna di un costante dialogo tra antico e moderno, tra artisti emergenti e affermati, per far sì che si valorizzino ed esaltino a vicenda, rendendo ancora più attraente Gradara: proprio questa dialettica per contrasto tra tradizione e innovazione sarà il fil rouge di Gradara Contemporanea”.

Forte il plauso delle istituzioni. “Insieme ad Urbino – ha evidenziato il presidente della Provincia Giuseppe Paolini – Gradara è uno dei luoghi del territorio provinciale più conosciuto al mondo: città dell’amore grazie al capolavoro di Dante Alighieri, borgo medievale, bandiera arancione e tanto altro ancora. Con l’arte contemporanea si candida a diventare uno dei riferimenti più importanti per l’arte”.

“Crediamo fortemente nelle sinergie in tutti i campi – ha detto il sindaco di Gradara Filippo Gasperi -, vogliamo fare rete e ringrazio gli organizzatori per l’altissimo livello culturale di questa iniziativa, che ci consente di arrivare ad un pubblico sempre più vasto”. Come sottolineato dal consigliere regionale Micaela Vitri dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa delle Marche, “avere nel centro storico un museo diffuso nel 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri è un’occasione storica, darà un motivo in più per venire a Gradara ed ammirare opere di artisti contemporanei di grande valore, basti citare tra tutti Lola Montes Schnabel, figlia del celebre regista Julian Schnabel”.

LE MOSTRE E GLI ARTISTI

Il locale comunale La Casa del Gufo sarà il fulcro delle mostre (tutte aperte dalle ore 17 alle 22) ed il punto di accoglienza del pubblico, che potrà essere accompagnato nella visita alle altre sedi espositive da una figura addetta. Questi gli artisti coinvolti: Paola Amati, Elisabetta Angeli, Barbara Baiocchi, Luciano Baldacci, Leonardo Blanco, Angelo Borgese, Davide Conti, Giovanni De Benedetto, Enrico De Luigi,  Andrea Esposito, Francesco Ferranti, Concetta Ferrario, Angela Filippini, Davide Frisoni, Luca Giovagnoli, Roberto Grosso, Miriam Lopez De La Nieta, Giancarlo Nucci, Filippo Manfroni, Giorgia Melegrana, Marco Morosini,  Alessandro La Motta, Carlo Ravaioli, Lola Montes Schnabel, Paolo Simonazzi,  Marialuisa Tadei, Renzo Vandi.  Tutte le mostre saranno visibili anche online sui canali web di Art-Preview e sul marketplace internazionale Artsy al link https://www.artsy.net/show/art-preview-gradara-contemporanea?sort=partner_show_position

I 4 INCONTRI AL CONVENTINO

Al Conventino di Gradara, complesso monastico ai piedi della cinta muraria del Castello, tra il Giardino degli Ulivi ed il cosiddetto “Sentiero degli Innamorati”, oltre ad ammirare le opere d’arte allestite nel giardino e nella chiesetta, si terranno 4 INCONTRI con personalità di spicco del mondo dell’arte, della storia e della letteratura.

Per partecipare agli incontri, anche quello inaugurale, è obbligatorio prenotarsi alla mail: gradaracontemporanea@gmail.com o al numero 333.4844077.

Il primo appuntamento sarà sabato 5 giugno alle ore 18 in occasione dell’inaugurazione e presentazione del progetto “Gradara Contemporanea”. Lo storico dell’arte Gabriello Milantoni descriverà lo studio da lui svolto sul Conventino di Gradara, per la prima volta oggetto di una ricerca approfondita che illumina il percorso di una storia plurisecolare, legata agli esordi della linea ducale Montefeltro – della Rovere, giunta dalla fine del Quattrocento fino a noi attraverso la dinastia Lante Montefeltro della Rovere. Seguirà concerto del gruppo “Arsemble”, che evocherà il clima musicale presente alla corte di Vittoria Montefeltro Della Rovere. Il gruppo, fondato nel 2018 da Maria Elena Ceccarelli, si avvale di cantanti e strumentisti che utilizzano strumenti originali o copie filologicamente corrette. Per l’occasione si esibiranno Marcella Ventura (mezzosoprano), Domenico Cerasani (liuto), Antonello Manzo (violoncello barocco) e Maria Elena Ceccarelli (clavicembalo).

Per sabato 12 giugno, alle ore 19, è in programma una conversazione tra il direttore editoriale della rivista culturale “Pangea” Davide Brullo e l’artista Angelo Borgesea. Domenica 20 giugno, alle ore 19, conversazione tra il designer e professore all’Accademia di Brera di Milano Roberto Semprini e il fondatore di “Art-Preview” Matteo Sormani.

Sabato 26 giugno, alle ore 19, conversazione tra il poeta e scrittore Davide Rondoni e l’artista Alessandro La Motta.

Tutti gli incontri saranno visibili anche online sui canali web di Art-Preview e sul marketplace internazionale Artsy al link https://www.artsy.net/show/art-preview-gradara-contemporanea?sort=partner_show_position


Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info