Cultura

giovedì 10 settembre 2020

"CASAMATTA discontinuità": capitolo 3 della rassegna di linguaggi di espressione artistici contemporanei a Fano

"CASAMATTA discontinuità": capitolo 3 della rassegna di linguaggi di espressione artistici contemporanei a Fano

di Collettivo Re-public

Torna, al Bastione Sangallo di Fano, la rassegna di linguaggi di espressione artistici contemporanei CASAMATTA discontinuità, promossa dall’Associazione Re-public con l’Associazione Bastione Sangallo e Rembò, patrocinata dal Comune di Fano – Assessorato alla Cultura e Beni Culturali.

Il terzo capitolo si svolge sabato 12 e domenica 13 settembre, dalle 20.00 in poi, negli spazi del livello inferiore del Bastione Sangallo. Poiché alcuni dei contenuti sono videoinstallazioni proiettate la visita è consigliata in notturna, a partire dalle ore 20:30.

La rassegna CASAMATTA, giunta alla sesta edizione, per il 2020 affronta il tema della discontinuità e nasce dalla necessità e volontà di trovare un senso nella vita contemporanea permeata da quotidiani cambiamenti, variazioni nel percepito, mutamenti inconsci, cambi di rotta; oltre 70 artisti da tutta Italia hanno risposto alla chiamata web lanciata dalle associazioni fanesi ed i 16 selezionati andranno ad inserire le proprie opere all’interno del Bastione Sangallo di Fano, in dialogo con i materiali e le forme del cinquecentesco baluardo fanese.

Gli artisti in mostra saranno: 

Manuel de Marco (Milano) con la video performance Circle of life;
Vanessa Lucchetti (Fano) con l’installazione di immagini Voyeurismo al Bastione Sangallo;
Georgia Matteini Palmerini (Rimini) con le installazioni Lycaenidae e Phasmidae;
Ilaria Minelli (Bergamo) con l’installazione Armerìa;
Quatrième Paysage (Venezia) con l’installazione A/V interattiva Atto primo: foglie d’erba;
Sophia Ruffini (Macerata) con l’installazione Corpo in frammenti.

È prevista inoltre, per entrambi i giorni, a partire dalle ore 20:30, la performance di Vanessa Lucchetti a titolo VIENI OLTRE: “Lo scopo dell’azione performativa è quella di portare il pubblico allo stesso piano dell’artista. I fruitori diventano parte integrante della performance artistica, contribuendo a tutti gli effetti alla costruzione di un ricongiungimento esperienziale verso se stessi, gli altri e l’artista stesso.”

L’ingresso alla rassegna è gratuito e gli accessi alle mostre si svolgono nel rispetto delle attuali disposizioni in materia di prevenzione COVID-19: è necessario l’uso della mascherina correttamente indossata ed il distanziamento interpersonale di almeno un metro.




Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info