Cultura

martedì 01 marzo 2022

Domenica ultimo appuntamento di Macchie e Inchiostri con un capolavoro della narrazione d'inchiesta

Domenica ultimo appuntamento di Macchie e Inchiostri con un capolavoro della narrazione d'inchiesta

di Macchie e Inchiostri

Domenica 6 marzo alle 17:00 al Museo del Balì di Saltara a Colli al Metauro l'ultimo appuntamento per quest'anno del festival del giornalismo d'inchiesta "Macchie e Inchiostri", ospite Fabrizio Gatti.

"Bilal, il mio viaggio da infiltrato verso l'Europa" di Fabrizio Gatti, capolavoro della narrazione d’inchiesta premiato in tutta Europa, vincitore tra gli altri del Premio letterario internazionale Tiziano Terzani 2008, dello Human Rights Award 2014 e del Premio Ryszard Kapuściński 2021.

Questo libro è il racconto di un viaggio straordinario e insieme un’inchiesta unica al mondo. Per quattro anni Fabrizio Gatti ha cambiato il suo nome in Bilal per trasformarsi in un migrante clandestino e raccontare, in prima persona, il dramma di chi si mette in marcia per conquistare una vita migliore al di qua del Mediterraneo.

Con pochi soldi in tasca, un borsone di vestiti leggeri, la colla sulle dita per nascondere le impronte e non essere identificato, Gatti è salito sui camion che attraversano il deserto del Sahara e portano migliaia di migranti sulle coste del Nordafrica. Ha incontrato terroristi di Al-Qaida e scafisti senza scrupoli. Si è infiltrato tra i trafficanti come autista di un boss. È stato recuperato in mare, è sbarcato a Lampedusa. Lo hanno arrestato e ha lavorato nelle campagne del Sud tra i braccianti in condizioni disumane.

Durante questo viaggio Fabrizio Gatti ha scoperto le voci dei protagonisti, i nomi dei criminali, le complicità dei governi, gli interessi economici e politici di chi guadagna dal traffico dei nuovi schiavi. E ha raccontato in questo libro la cronaca – drammatica, appassionante e tutta reale – della più grande avventura umana del terzo millennio.

Fabrizio Gatti è giornalista e scrittore. È inviato de L' Espresso.

Modera l'incontro Asmae Dachan: Giornalista indipendente e scrittrice italosiriana. Collabora con diverse testate tra cui Avvenire, Confronti, il Venerdì di Repubblica, occupandosi in particolare di Medio Oriente, immigrazione, lavoro, questioni di genere, diritti umani. Ha lavorato in Italia, Siria, Giordania, Turchia, Etiopia, Belgio, Grecia e Inghilterra.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info