Cultura

venerdì 04 ottobre 2019

Beppe Carletti dei Nomadi ama il tartufo, del quale sarà Re ad Apecchio

Beppe Carletti dei Nomadi ama il tartufo, del quale sarà Re ad Apecchio

di Camilla Cataldo

Si apre oggi pomeriggio la 37^ Mostra Mercato del Tartufo – Alogastronomia di Apecchio, con le Cantine del centro storico che sfornano piatti a base di tartufo da degustare con una birra fresca artigianale. Domani, alle 11,30 in Piazza, l’inaugurazione con autorità e banda cittadina. Domenica il gran finale: alle 17,30 Emanuela Rossi di Rossini Tv introdurrà i due Re Tartufo di questa edizione, Beppe Carletti e Yuri Cilloni dei Nomadi. Due super ospiti che saranno incoronati sul palco e regaleranno qualche nota delle loro canzoni.

Beppe Carletti è il fondatore e lo storico pianista dei Nomadi, un nome di prestigio da ospitare e premiare. La band sta concludendo il suo tour e il 26 ottobre partirà per una crociera con i fans, da Venezia. «Per cantare le nostre canzoni bisogna essere “nomadi dentro” – afferma Carletti -. Sono brani che non si sentono tutti i giorni, sono particolari, parlano della gente, del mondo che ci circonda, siamo tra i pochi che usano un certo tipo di linguaggio e trattano alcune tematiche. Molti puntano ad accalappiare l’attenzione delle persone, noi siamo al di fuori di tutto questo e cerchiamo di scrivere e interpretare canzoni consone al nostro essere e blasone. 50 anni di storia sono un tesoro da mantenere, sono una cosa unica. Siamo uomini veri, che hanno sempre creduto in quello che fanno». Mille anni è il nuovo singolo del gruppo e risale allo scorso aprile. «Parte del ritornello è un messaggio che ha scritto mia figlia per il mio compleanno, diceva: mio padre ha mille anni dentro e mille nel cuore. Si è lavorato sulle emozioni che danno frasi come questa. Veniamo da un’estate bellissima, con tanta gente che ha partecipato ai concerti, riempire le piazze con fans che ascoltano dal primo all’ultimo pezzo è la soddisfazione più grande che possa esserci. Adesso, dopo un giusto e meritato riposo, vedremo cosa ci riserverà di positivo l’anno che verrà». Carletti è sempre stato impegnato in iniziative socio-umanitarie. «Mi piace viaggiare per il mondo, mi diverto e abbiamo un pubblico meraviglioso che ci segue in ogni iniziativa. Siamo il secondo gruppo al mondo come longevità dopo i Rolling Stones. Dal 1963, sono passate 23 persone nei Nomadi, non è stato facile ed è fantastico anche per questo. Abbiamo sempre lottato e poi festeggiato quando tutto riesce. Non abbiamo mai cercato il successo a tutti i costi, siamo fuori dal coro e non seguiamo la moda. E’ stata la nostra fortuna perché quello che piace un anno, quello dopo non va più». Beppe Carletti e Yuri Cilloni saranno incoronati Re Tartufo e regaleranno qualche brano. «Un bel titolo, sono contento, amo il cibo e il tartufo è anche afrodisiaco… Yuri è l’ultima voce del gruppo, la quarta. E’ stato fondamentale. Lui ha ridato nuova linfa ai Nomadi, era un nostro fans, ha coronato un sogno che mai avrebbe pensato di poter realizzare, lo dice sempre. Sente le canzoni che canta e la gente lo ha recepito, è entrato nei cuori. Questi ultimi mesi sono stati un crescendo, con numeri da capogiro». Sarà la prima volta ad Apecchio. «La conoscerò prestissimo. Sono stato più volte nelle Marche, ho girato tutta l’Italia, non c’è posto dove i Nomadi non siano passati. La vostra è una regione favolosa dove c’è un po’ di tutto, spero di suonare ancora lì. Anzi, sono sicuro che accadrà». Tra birra e tartufo cosa preferisce? «Il tartufo. Proverò anche la birra, ma non sono un intenditore. Amo assaggiare tutto, ho visitato molti posti e sperimentato cucine. Assaporo i gusti e non sono mai a dieta. La tavola è un bel momento da condividere – termina il simpatico e bravissimo Carletti -. Il mio piatto preferito a base di tartufo? Le tagliatelle e le uova alla coque con il tartufo».

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Questo sito usa cookie di Google Analytics per raccogliere dati in forma esclusivamente aggregata al fine di migliorare l'esperienza degli utenti e le funzionalità del sito.

Leggi l'informativa estesa