Cronaca

giovedì 08 luglio 2021

A Vallefoglia sono in corso alcune azioni di contrasto al fenomeno della zanzara tigre

A Vallefoglia sono in corso alcune azioni di contrasto al fenomeno della zanzara tigre

di Ufficio Stampa

Il Sindaco della Città di Vallefoglia Sen. Palmiro Ucchielli e l’Assessore alla all’Ambiente Dott. Mirco Calzolari informano che è in pieno svolgimento la campagna contro il proliferare della zanzara tigre. Con l'arrivo dell'estate e dunque delle alte temperature, condizioni che facilitano il proliferare delle zanzare, è ripartita la campagna del Comune di Vallefoglia insieme ad Aspes Spa per combattere biologicamente il fastidioso insetto. In questi giorni operatori della società di servizi stanno iniettando, nelle oltre 4.000 caditoie pubbliche dislocate tra Montecchio, Sant’Angelo in Lizzola, Bottega, Cappone, Colbordolo, Montefabbri, Morciola e Talacchio, un prodotto larvicida.

Il primo ciclo si è completato tra il 2 ed il 10 giugno mentre il secondo è iniziato il 2 luglio e si concluderà nel giro di qualche giorno. Il prodotto iniettato non agisce per via chimica ma fisica e, una volta applicato, forma una sorta di pellicola che uccide le larve. I cittadini, rivolgendosi agli uffici del Comune di Vallefoglia, potranno comunque ritirare gratuitamente una confezione dello stesso prodotto larvicida da applicare nelle proprie caditoie private (fino ad esaurimento delle scorte).

Comunque, precisano gli Amministratori, gli stessi cittadini possono anche contribuire direttamente a rendere ancora più efficace l’azione di contrasto alla proliferazione della zanzara tigre, seguendo poche e semplici regole, come ad esempio evitare di lasciare esposti alla pioggia e all’aria aperta contenitori e sottovasi e fonti di ristagno d’acqua e mantenere le caditoie pulite per l’eliminazione di possibili focolai d’infestazione.

Si chiede pertanto, conclude il Sindaco, la massima collaborazione di tutti per cercare di limitare il più possibile questo fenomeno che negli ultimi anni sta diventando sempre più fastidioso che però si può riuscire a contenere con piccoli e semplici accorgimenti.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info