Cronaca

lunedì 01 marzo 2021

Giovane fanese arrestato 2 volte in 2 giorni: prima per resistenza, minaccia e lesioni poi per evasione dagli arresti domiciliari

Giovane fanese arrestato 2 volte in 2 giorni: prima per resistenza, minaccia e lesioni poi per evasione dagli arresti domiciliari

di Questura di Pesaro e Urbino

Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano ha svolto, lo scorso fine settimana, controlli nel centro storico di Fano al fine di prevenire la consumazione di atti di vandalismo, di spaccio di sostanze stupefacenti e liti, in particolare, da parte di giovani.

In tale contesto sabato pomeriggio gli agenti notavano un gruppo di ragazzi che si era radunato nei pressi della Rocca Malatestiana. All’avvicinarsi di due pattuglie i giovani si disperdevano ma circa dieci di essi venivano comunque identificati. Gli agenti constatavano, la presenza di numerose bottiglie vuote, sia abbandonate a terra che gettate sui binari ferroviari sottostanti le mura.

Nella circostanza uno dei giovani, in evidente stato di alterazione alcolica, si scagliava con veemenza verbale e fisica contro i poliziotti, sferrando diversi calci e colpendo un agente.

Il ragazzo, un 18eene fanese già conosciuto dalle Forze di Polizia, veniva tratto in arresto per resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento, nonché sanzionato per ubriachezza in luogo pubblico, mentre il poliziotto colpito è dovuto ricorrere alle cure sanitarie presso il locale Pronto Soccorso per le contusioni riportate. Lo stesso 18enne, posto agli arresti domiciliari in attesa della convalida, nella giornata di ieri si allontanava dalla propria abitazione e successivamente rintracciato dai poliziotti, veniva nuovamente tratto in arresto per il reato di evasione e trattenuto presso il Commissariato in attesa del processo.

Nella mattinata odierna l’arresto veniva convalidato e il succitato giovane, sottoposto a giudizio con rito del patteggiamento, veniva condannato a anni 1 e mesi 8 di reclusione con pena sospesa.

Gli agenti del Commissariato di Fano hanno inoltre svolto, in collaborazione con Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Polizia Locale, dei servizi di controllo per il rispetto delle misure anticovid.

In particolare, dopo una prima fase di sensibilizzazione dei titolari, gli operatori sono passati al controllo di diversi esercizi pubblici ubicati nel centro storico e zona, mare.

In uno dei locali veniva registrata la presenza di avventori, sia all’interno che all’esterno, dopo l’orario di chiusura previsto per le ore 18. Per tale motivo il titolare veniva sanzionato e veniva disposta la misura accessoria della chiusura dell’esercizio per giorni 5.    

Ad un 22enne del posto, sorpreso ad urinare sulla strada nei pressi di un locale pubblico, veniva contestata la sanzione amministrativa di euro 3.333, per atti contrari alla pubblica decenza.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info