Cronaca

martedì 26 maggio 2020

Due arresti per spaccio di stupefacenti a Fano, uno dei coinvolti era irregolare su territorio nazionale e aveva una pena detentiva di 6 anni

Due arresti per spaccio di stupefacenti a Fano, uno dei coinvolti era irregolare su territorio nazionale e aveva una pena detentiva di 6 anni

di Questura di Pesaro e Urbino

Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Urbino ha effettuato, al termine di un'indagine antidroga coordinata dalla Procura della Repubblica di Pesaro, ha tratto in arresto in cittadino italiano e un cittadino albanese, ritenuti essere dediti allo spaccio di stupefacenti.

In particolare gli agenti del Commissariato di P.S. fanese, nel corso della loro attività di pattugliamento, avevano modo di notare i  movimenti sospetti di alcuni giovani che, utilizzando gli scooter, si spostavano dal centro verso il quartiere Fenile. I successivi approfondimenti investigativi condotti dai poliziotti diretti dal dirigente Stefano Seretti, avvaloravano l'ipotesi di un'intensa attività di spaccio in essere, con il coinvolgimento di numerosi giovani fanesi e mettevano in luce il collegamento tra quell’illecita attività e un analogo fenomeno presente nel quartiere Centinarola.

In entrambi i casi, i movimenti sospetti si concentravano nei pressi dei piccoli agglomerati di esercizi pubblici dei due quartieri. 

Gli agenti, individuati i presunti spacciatori, un italiano e un albanese residenti a Fano,  già noti alle Forze dell’Ordine, effettuavano una serie di perquisizioni nei loro confronti, rinvenendo e sequestrando 120 grammi di marijuana, oltre 6000 euro ritenuti essere il provento dello spaccio e materiale per il confezionamento delle dosi. I poliziotti procedevano quindi all'arresto dei due citati soggetti, uno dei quali, ovvero il cittadino albanese, risultava essere irregolare sul Territorio Nazionale e colpito da un provvedimento di carcerazione per la pena detentiva di anni 6 e mesi 2, inflitta per reati in materia di stupefacenti, consumati in passato.   



Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info