Attualità

mercoledì 21 aprile 2021

«Sulle prime riaperture serviva un po' più di coraggio», dice la Confcommercio di Fano

«Sulle prime riaperture serviva un po' più di coraggio», dice la Confcommercio di Fano

di Ufficio Stampa

Tornano le zone gialle dal 26 aprile, dove i dati lo consentono, ma a riaprire saranno solo le attività all'aperto. Gli esercizi di ristorazione, quindi, potranno lavorare sia a pranzo che a cena, a patto di avere uno spazio esterno,  con tutte le problematiche e limitazioni che questo comporta.  (Dal primo giugno, ma solo a pranzo e sempre in zona gialla, potranno aprire anche i ristoranti con tavoli al chiuso). 

Per questo motivo – commenta la Presidente Confcommercio di Fano Barbara Marcolini – abbiamo chiesto all’Amministrazione Comunale di snellire quanto più possibile le pratiche per il rilascio dell’occupazione suolo pubblico che, in base ai decreti governativi, sarà gratuita sino al 30 giugno. Ci auguriamo però che venga accolta anche la nostra richiesta di esonerare il pagamento della TOSAP sino al prossimo 31 dicembre. Analogamente bisognerebbe trovare delle forme di perequazione nell’abbattimento di alcune imposte per tutte quelle attività che non potranno beneficiare di queste agevolazioni; è una questione di corretta prassi commerciale”.

Sempre a partire dalla stessa data ripartiranno teatri, cinema e  spettacoli, che potranno essere consentiti con i limiti di capienza fissati dai protocolli anti contagio. Ecco perché -  secondo il Segretario Confcommercio Marco Arzeni – “ è opportuno riprendere l’attività commerciale di tutti i negozi anche quelli ubicati nei Centri Commerciali che nei fine settimana sono tuttora chiusi. Una chiusura nel weekend, operativa da più di sei mesi (140 le giornate di chiusura, per la precisione) ha tagliato il giro d’affari del 40% rispetto al 2019 e il fatturato annuo di 56 miliardi di euro. Sono numeri che mettono a repentaglio la tenuta delle aziende, con il rischio di forti ricadute occupazionali.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info