Attualità

mercoledì 20 maggio 2020

"La Cina è vicina, Haiyu ancora di più": a Gradara consegnati mascherine e dispositivi di protezione donati dalla città cinese

"La Cina è vicina, Haiyu ancora di più": a Gradara consegnati mascherine e dispositivi di protezione donati dalla città cinese

di Gradara Innova

Nei giorni scorsi Changsu Haiyu Town, Città della Repubblica Popolare Cinese, ha inviato in Italia mascherine e dispositivi di protezione individuale che sono stati donati al Comune di Gradara.
"Un aiuto concreto quello che ci è giunto dagli amici di Haiyu che è la dimostrazione di un forte legame non solo simbolico che ci unisce alla comunità cinese" esordisce il Sindaco di Gradara Filippo Gasperi

"Queste donazioni verranno in parte utilizzate nei prossimi mesi per l’organizzazione del centro estivo e del centro per le famiglie di Gradara e in parte consegnate ai medici di famiglia. Altre 1000 mascherine saranno invece destinate alla cittadinanza del Comune di Mercatello sul Metauro come gesto tangibile di sostegno reciproco tra comunità che da tempo lavorano insieme per la promozione turistica del nostro territorio".

"La Città cinese di Haiyu si è velocemente attivata dall’inizio dell’emergenza per sostenere i paesi italiani collegati ad essa da rapporti di amicizia" spiega l'Assessore Mariangela Albertini. "Lo scorso novembre infatti, in occasione della visita ufficiale in Cina organizzata dall’Associazione Paesi Bandiera Arancione, Gradara, insieme ai Comuni di San Ginesio e di Palena, ha siglato con Haiyu il Patto di Intesa per la Cooperazione amichevole; un patto che i nostri amici cinesi hanno onorato con i fatti tendendoci generosamente la mano in questo momento di grande difficoltà"
L'amministrazione comunale di Gradara non dimentica di ringraziare anche la Cooperativa 134 di Cattolica che si è fatta carico del ritiro dei dispositivi a San Ginesio - dove sono state recapitate le spedizioni dalla Cina - e Rossella Olmeda che ha provveduto al loro confezionamento.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info