Attualità

lunedì 29 marzo 2021

Consiglio comunale di Pesaro, respinta la mozione per la "sospensione delle rette delle scuole d'infanzia e dei nidi"

Consiglio comunale di Pesaro, respinta la mozione per la "sospensione delle rette delle scuole d'infanzia e dei nidi"

di Ufficio Stampa Comune di Pesaro

MOZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE ODIERNO

L’assise ha valutato le mozioni, a partire da quelle presentate con carattere d’urgenza. 

Con 11 favorevoli, 19 contrari e 1 astenuto è stata respinta la mozione presentata dai consiglieri G. Marchionni, E. Gambini, Redaelli, Andreolli, Totaro, Marchionni, Biagiotti, Dallasta e Malandrino sulla "Sospensione delle rette scuole d’infanzia e nidi comunali emergenza Covid-19 2021".  

L’assessore alla Crescita Giuliana Ceccarelli ha precisato: «In questo anno di pandemia l’Amministrazione ha cercato sempre di far fronte alle emergenze sia pedagogico-didattiche - continuando a mantenere i contatti con bambini e famiglie - sia di ascolto delle esigenze e richieste delle famiglie. Nel 2020 ci siamo attivati con tempismo per la riduzione delle tariffe di nidi, scuole dell'infanzia comunali, mensa scolastica e trasporti (infanzia statale e primaria): da marzo a giugno 2020 abbiamo azzerato tutte le rette e, in questo ultimo mese del 2021, abbiamo previsto una riduzione proporzionale ai giorni di chiusura a partire dal 10 marzo». Nello specifico, «considerato che nella scuola primaria si pagano solo i pasti consumati, per le giornate di marzo il problema si pone solo per le quote del nido e quelle fisse della scuola dell'infanzia, oltre alla quota trasporto. Si tenga presente che questa volta i plessi sono rimasti aperti per i bambini con disabilità e con bisogni educativi speciali».  

«Poiché la chiusura ha comportato minori servizi erogati, il saldo tra minori entrate e minori spese 64.000 euro, somma che sarà coperta, nel bilancio comunale, con le risorse stanziate per il fondo anti covid-19» ha aggiunto l’assessore nel ricordare come l’Amministrazione «continui, a fare la sua parte nella piena consapevolezza che la vicinanza ai bambini e il sostegno alle famiglie rappresentino il cardine del progetto comunale, basti pensare ai bonus Spesa e ai bonus Bambini, la distribuzione delle mascherine e l’operazione dello screening #scuolesicure, che seppure non condivisa dalla minoranza, sembra trovare una sponda addirittura nel Governo». 

Il decreto “Sostegni” del 22 marzo ha «previsto fondi alle scuole statali per attività inerenti alla somministrazione facoltativa di test diagnostici alla popolazione scolastica, ad attività di tracciamento dei contatti nell’ambito dell’indagine epidemiologica». Per quanto riguarda i contributi alle scuole paritarie, l’assessore ha ricordato «il Protocollo già siglato che prevede un contributo annuale alle 5 scuole paritarie di 100mila euro. Le perdite dello scorso anno sono state ampiamente recuperate a seguito dei finanziamenti statali, regionali e comunali erogati. Se le chiusure continueranno l’Amministrazione farà la sua parte, come sempre». 

Nobili (Forza Pesaro #ungranbelpo’): «La mozione arriva con un anno di ritardo. Necessario sollecitare la Regione».  

Conti (Misto): «La mozione è superata ma apre a un tema importante: aiutare le famiglie con bimbi 0-6 anni con genitori che svolgono lavoro agile». 

Marchionni (Prima c’è Pesaro): «Non credo ci sia nulla di deplorevole nel suggerire un impegno comune nel sostenere le famiglie. La Regione si sta muovendo, pensiamo al bando per i tablet che darà grande supporto ai ragazzi in Dad». 

Vanzolini (M5S): «L’Amministrazione ha fatto tanto e bene, ma assicurarci che si prosegua in tal senso è doveroso».  

Respinta con 20 voti contrari e 11 favorevoli la mozione urgente presentata dal consigliere Daniele Malandrino. Il capogruppo Fratelli d’Italia ha proposto un documento per «l’installazione di un impianto di illuminazione nel parco della Resistenza», in questo modo «la zona sarebbe più facilmente controllabile», l’intervento «sarebbe un forte deterrente ai male intenzionati» e «metterebbe in risalto la scultura e il parco stesso».  

L’assessore Riccardo Pozzi, con delega alla Sicurezza, ha precisato: «Il consigliere parla del Parco della Resistenza ma in realtà è solo il monumento a essere chiamato così. È una questione di sostanza perché l’area in oggetto è un triangolo verde che difficilmente si presta a essere vissuto dai pesaresi per il suo essere un crocevia». Pozzi ha poi elencato gli interventi di sicurezza integrata predisposti: «Il 20-21 gennaio 2021 è stata potenziata sia l’illuminazione diretta (installati 4 punti luce a led), sia indiretta (con una pulizia straordinaria del verde che ha reso la zona “illuminata a giorno”). Con Aspes e con il centro operativo, abbiamo inoltre provveduto a ulteriori sfalci e alla sistemazione del monumento, interventi condivisi con Legambiente e Anpi». Inoltre «è stata ammodernata la telecamera di videosorveglianza già esistente - e collegata sia con polizia locale, sia con la squadra mobile – e fatto un sopralluogo con una delle società che gestiscono il servizio per procedere all’installazione di altre 3 videocamere “di contesto” (che monitorano il sottopasso di porta Cappuccina e l’area del monumento alla Resistenza) prevista dopo Pasqua». 

A chiudere il Consiglio è stata infine l’approvazione, con 28 voti favorevoli e 1 astenuto, della mozione emendata (dal consigliere E. Gambini) e presentata dal consigliere Stefano Mariani (Il Faro) per la “Costituzione di un Accordo di programma per manutenere e valorizzare la strada Panoramica del San Bartolo”.  

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info