Attualità

giovedì 03 dicembre 2020

Come funziona la lotteria degli scontrini

Come funziona la lotteria degli scontrini

di Ufficio Stampa

La cosiddetta “lotteria degli scontrini” partirà dal primo gennaio 2021 e già stanno sorgendo una serie di problematiche per gli operatori commerciali che volessero aderire a questa iniziativa. Diciamo innanzitutto che la lotteria degli scontrini non piace agli esercenti, ed il motivo è presto detto. L’avvio del gioco a premi di Stato dal 1° gennaio 2021 comporta, a fronte della promessa di premi in denaro di importo consistente per i clienti, la necessità da parte degli operatori commerciali  di adeguare i registratori di cassa già in uso, anche quelli che sono stati da poco abilitati alla trasmissione dei corrispettivi telematici, novità anche questa in vigore dal 1° gennaio 2021.

Un adeguamento che certamente non sarà gratuito, e che comporta - in un periodo già pesante sul fronte economico - l’obbligo di sostenere nuovi costi per restare al passo con gli sviluppi del sistema fiscale oltre alle perdite di tempo, file alle casse, i sicuri disguidi e problemi informatici che logicamente andranno messe in conto

La riffa di Stato, che si vorrebbe far rientrare tra le strategie utili per ridurre il pesante conto dell’evasione fiscale, prende avvio in un periodo non di certo facile per le imprese e, sebbene fortemente richiesta dalla Confcommercio nazionale, una nuova proroga sembra impensabile.

Per gli esercenti non vi è obbligo di aderire all’iniziativa ma, per coloro che non lo facessero, si rischia di essere segnalati all’Agenzia delle Entrate.

Come funziona la lotteria degli scontrini

Dal primo dicembre è possibile registrarsi sul portale dedicato per ottenere il 'codice lotteria', che verrà abbinato agli scontrini, da mostrare al negoziante, al momento dell'acquisto. 

Da gennaio poi si potrà presentare il codice agli esercenti che, utilizzando la trasmissione telematica degli scontrini, invieranno direttamente all'Agenzia delle Entrate i dati della giocata, in sostanza come accade già in farmacia con la tessera sanitaria: si ottiene un biglietto 'virtuale' ogni euro speso, con un massimo di 1000 biglietti per singolo acquisto, il tutto in digitale, quindi non sarà necessario conservare gli scontrini. Una volta fatte le estrazioni l'Agenzia delle Dogane comunicherà le vincite via Pec o raccomandata, anticipando con un sms la notizia a chi si sarà registrato lasciando anche il numero di telefono. Per partecipare bisogna solo essere maggiorenni e residenti in Italia. Sono esclusi gli acquisti online.

Nel frattempo partirà l'8 dicembre il cashback, il meccanismo che premia i pagamenti con carta di credito, bancomat e app. Ed è online il sito Cashlessitalia.it, dove viene spiegato come accedere a tutti i sistemi premianti dei pagamenti digitali, inclusa la lotteria degli scontrini. In particolare, dall'8 al 31 dicembre, con l'extra cashback di Natale, basteranno "dieci acquisti con carte di credito, carte di debito, Bancomat e Satispay per avere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro che saranno accreditati - si legge sul sito - nei primi mesi del 2021". 

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info