Attualità

giovedì 12 novembre 2020

Cambio gomme invernali entro il 15 novembre, CNA: "Rischiamo la ressa nelle officine"

Cambio gomme invernali entro il 15 novembre, CNA: "Rischiamo la ressa nelle officine"

di Ufficio Stampa CNA / Claudio Salvi

Cambio gomme invernali obbligatorio entro il 15 novembre. Come se non ci fosse un’emergenza come quella del Covid. La CNA di Pesaro e Urbino, in accordo con quella nazionale, chiede immediatamente una proroga dei termini a causa della situazione dettata dall’emergenza sanitaria che mette in difficoltà non solo gommisti ed officine ma soprattutto i cittadini, costretti a limitare gli spostamenti a far fronte ad una situazione critica che potrebbe costringere molti a fare la fila per il cambio degli pneumatici.  

Riccardo Battisti, responsabile di CNA Autoriparazione denuncia: “Se da una parte con l’ultimo Dpcm si raccomanda a tutti di limitare le attività e di restringerle alle sole situazioni di necessità, raccomandando fortemente di non spostarsi salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi (art.1 comma 3), dall’altra si mantiene fissa la scadenza perentoria per il montaggio delle gomme invernali (vedi circ. del MIT del 17 gennaio 2014)” Quanto previsto in materia di circolazione stradale durante il periodo invernale prescrive, infatti, che il rimontaggio di pneumatici invernali avvenga entro e non oltre il 15 novembre”.

Se il DPCM del 3 novembre 2020 consente la prosecuzione delle attività del commercio gomme in tutta Italia, secondo la CNA deve esser data la possibilità agli operatori del settore di poter rispettate tutte le prescrizioni governative tra cui, la più importante, che siano effettuati ingressi in modo dilazionato evitando alle persone di sostare nell’officina più del tempo necessario.

“Il cambio stagionale estivo/invernale avviene ancora una volta in condizioni di lavoro ben diverse dalla normalità che purtroppo condizionano i tempi per il montaggio e lo smontaggio delle gomme”. E Riccardo Battisti aggiunge “Appare evidente che le suddette condizioni di lavoro, soprattutto nelle aree ad alto rischio, non consentiranno di perfezionare il cambio gomme per tempo e, pertanto, la CNA, insieme ad Assogomma, Federpneus, AIRP e ANIASA, hanno firmato un documento unitario per richiedere alle Autorità competenti una limitata, eccezionale, ma indispensabile proroga dei termini.

Si tratta di una richiesta di buon senso visto che da qui a quindici giorni non sono previsti fenomeni atmosferici particolarmente nevosi”.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info