Attualità

martedì 04 febbraio 2020

Brunella Spaccazocchi alla guida del patronato Inca Cgil Pesaro e Urbino

Brunella Spaccazocchi alla guida del patronato Inca Cgil Pesaro e Urbino

Il patronato Inca Cgil Pesaro e Urbino ha una nuova responsabile: Brunella Spaccazocchi, fanese, eletta lunedì scorso dal Direttivo della Cgil provinciale al posto di Silvia Cascioli, attualmente segretaria confederale.

All’Inca Cgil provinciale si rivolgono migliaia di lavoratori ogni anno per tutte le pratiche relative in particolare ai rapporti con l’Inps.  Un punto di riferimento fondamentale per i diritti di tutti  anche dei non iscritti al sindacato.

“Ho accettato questo incarico - ha detto - perché credo di essere un valore aggiunto che, come chi mi ha preceduto, può apportare all’organizzazione buone idee per raggiungere ottimi risultati. Il lavoro che svolgerò da qui in avanti rappresenta una sfida con dei risultati da raggiungere e quando mi hanno proposto di diventare la nuova responsabile provinciale del patronato della CGIL, anche se un po’ timorosa, ho sorriso”.

“Lavorerò molto per la collaborazione con il resto della nostra organizzazione -ha aggiunto- e, perché no, cercando di accrescere l’egregio lavoro finora svolto da chi mi ha preceduta. Dobbiamo cavalcare l'onda del cambiamento, come l’apertura del Governo ai tavoli di confronto con i sindacati, perché l’aria di cambiamento deve essere uno stimolo per costruir ponti e non muri”.

A Brunella le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro dalla Cgil Pesaro Urbino.

(Nella foto: a sinistra il segretario Cgil Marche Giuseppe Galli, Roberto Rossini, Brunella Spaccazocchi, Silvia Cascioli e Laura Aiudi della segreteria confederale Cgil Pesaro Urbino) 

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info