Attualità

martedì 05 maggio 2020

Boccata d'ossigeno per l'artigianato: da ieri possono ripartire 4000 imprese della provincia

Boccata d'ossigeno per l'artigianato: da ieri possono ripartire 4000 imprese della provincia

Sono oltre 4mila le imprese artigiane senza dipendenti della provincia di Pesaro e Urbino che possono riaprire bottega e laboratorio per ricominciare a lavorare. La Cna di Pesaro e Urbino accoglie favorevolmente il decreto del presidente della Regione Luca Ceriscioli che ha stabilito il via libera per queste attività, unitamente ai servizi di toelettatura per cani. 

“Per moltissime famiglie pesaresi” - commenta il segretario Cna di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni - la bottega artigiana costituisce l’unica fonte di reddito e, dopo due mesi di serrande abbassate, molte di loro erano allo stremo. Riteniamo un gesto di grande sensibilità quello di Ceriscioli che consente di tornare al lavoro a tanti artigiani. Si tratta soprattutto di attività dell’artigianato artistico e tradizionale, dei servizi e della piccola manifattura come falegnami, restauratori, ceramisti, orologiai, lavorazione del ferro, orafi, incisori, calzolai, fabbri, dove è prevalente l’attività manuale. Imprese che sono iscritte all’albo delle imprese artigiane di cui alla L. 443/195 e L.R.20/2003. Nella maggior parte dei casi le imprese non sono aperte al pubblico e pertanto la possibilità di diffusione del contagio è molto limitata.” L’attività, recita il decreto, deve essere svolta con la presenza all’interno del laboratorio di una sola persona (titolare, collaboratore familiare, o da un socio partecipante). La presenza di più di una persona è consentita solo nel caso di convivente.

 E’ consentita l’attività previa sanificazione dei locali e, nel caso in cui nello stesso laboratorio l’attività sia svolta da più persone come sopra descritta si dovrà rispettare il distanziamento sociale dei posti di lavoro, nonché l’uso delle mascherine e dei guanti. La sanificazione dovrà avvenire con cadenza giornaliera.

La consegna delle forniture e la consegna dei prodotti dovrà avvenire, previo appuntamento, assicurandosi che il tempo di permanenza sia quello strettamente necessario alla consegna della merce e dei documenti di trasporto.

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info