Attualità

venerdì 28 agosto 2020

Avviso pubblico del Ministero dell'Istruzione: la Provincia ha richiesto 632 mila euro per affitti locali, tensostrutture e moduli temporanei

Avviso pubblico del Ministero dell'Istruzione: la Provincia ha richiesto 632 mila euro per affitti locali, tensostrutture e moduli temporanei

di Ufficio Stampa

La Provincia di Pesaro e Urbino ha risposto all’avviso pubblico del Ministero dell’Istruzione del 19 agosto scorso, in cui è stato chiesto agli enti locali competenti sull’edilizia scolastica di indicare, in vista dell’avvio dell’anno scolastico 2020/2021, i fabbisogni per l’affitto di strutture e immobili, per il noleggio di tensostrutture, per l’acquisto di ‘moduli’ temporanei e per l’affitto di spazi e adattamento alle esigenze didattiche, da finanziare con le risorse messe a disposizione dall’art.32 del decreto legge 104 del 14 agosto 2020, attualmente in fase di conversione. 

“Mentre le precedenti assegnazioni di fondi da parte del Ministero – spiega il dirigente del Servizio edilizia scolastica della Provincia di Pesaro e Urbino Maurizio Bartoli – riguardavano esclusivamente gli edifici già adibiti a sedi scolastiche, per i quali abbiamo già ottenuto 750mila euro relativi a 9 microprogetti in via di ultimazione per l’adeguamento di spazi, questa volta vengono concesse risorse per reperire spazi esterni agli edifici attualmente in uso. Abbiamo risposto all’avviso pubblico nei ristretti tempi assegnati, chiedendo al Ministero un finanziamento di 632mila euro per specifiche esigenze: l’affitto e adattamento dei locali dell’ex scuola infermieri in viale Trieste 391 per ricavare 15 aule per il liceo ‘Mamiani’ di Pesaro; l’acquisto di ‘moduli’ temporanei per 6 aule dell’alberghiero ‘Celli’ di Piobbico; il noleggio di strutture temporanee per ricavare un’aula al ‘Marconi’ di Pesaro e per due aule all’Apolloni di Fano; l’acquisto di tensostrutture per le palestre dell’agrario ‘Cecchi’ di Pesaro e del liceo artistico ‘Scuola del Libro di Urbino’; il noleggio di container per collocare alcuni arredi del ‘Santa Marta’ di Pesaro e del ‘Volta’ di Fano spostati per creare nuovi spazi didattici; il trasporto di arredi e materiale scolastico”.

L’auspicio di Bartoli è che il finanziamento richiesto venga concesso integralmente, nonostante le domande pervenute al Ministero da tutta Italia siano superiori ai fondi disponibili. “Va detto – aggiunge il dirigente del Servizio edilizia scolastica - che la Provincia era già stata lungimirante, prevedendo alcuni interventi con risorse proprie, come l’affitto dei locali dell’ex scuola infermieri, di proprietà dell’Arcidiocesi di Pesaro, per il trasferimento delle 15 aule per il ‘Mamiani’, dopo i sopralluoghi e le verifiche di adeguatezza degli spazi già effettuati. Questo intervento si realizzerà indipendentemente dai fondi del Ministero”.



Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Primo utilizza Cookie di terze parti per personalizzare gli annunci pubblicitari e analizzare il traffico in ingresso. Fornisce informazioni ai Partner sul modo in cui utilizzi il sito, i quali potrebbero utilizzarle secondo quanto previsto delle proprie norme. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie clicca su Maggiori Info. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie da parte dei servizi citati nell'Informativa Estesa.

Maggiori Info