Attualità

mercoledì 30 ottobre 2019

Ai pesaresi piacciono i monopattini elettrici?

Ai pesaresi piacciono i monopattini elettrici?

di Luca Petinari

«A Pesaro la sperimentazione sui monopattini funziona benissimo e con la flotta della ditta svedese Voi abbiamo ulteriormente rafforzato la mobilità sostenibile in città». Lo scrive il sindaco Matteo Ricci su twitter con gli hashtag ‘wepesaro’ e ‘cittàdellabicicletta', intervenendo sul dibattito in corso dopo le due multe da oltre mille euro elevate a Torino nell'arco di 24 ore per viaggi sui monopattini elettrici. Ma i cittadini pesaresi cosa ne pensano di questo strumento entrato in funzione poco più di un mese fa?

Marco: «è facile da usare: basta scaricare l'app, inserire una carta di credito e salirci sopra. Poi si guida (quasi) da solo, ma occhio a non distrarsi. Lo consiglierei per tragitti rapidi e brevi. Per quelli più lunghi inizia ad essere non proprio economico. Meglio non fermarsi a chiacchierare con gli amici mentre il monopattino è attivo, altrimenti il conto si fa salato! L'unica difficoltà riscontrata è stata nel riconsegnarlo: c'era un problema sull'app che non identificava correttamente la posizione. Se il problema è stato risolto, direi che ci siamo. Se la tariffa fosse un po' più economica penso che lo utilizzerebbero più persone. L'esperienza è stata comunque soddisfacente e lo userei di nuovo».

Monica: «è molto facile da usare e anche molto pratico, attutisce bene le eventuali buche che si possono incontrare perché molto robusto come mezzo: mi ha soddisfatto come esperienza e penso di riusarlo nuovamente. Se lo consiglierei ad altri? Certo, anche se migliorerei il costo del servizio, un po' altino».

Luca: «sono pesarese ma abito fuori Pesaro e ho avuto poche occasioni per provare il monopattino, e quelle poche volte non ho mai avuto situazioni dove lo preferissi a una camminata. Insomma dove fosse strettamente necessario. L'app però è semplice e funzionale e anche a livello di disponibilità dei monopattini mi sembra sia tutto ok, ne vedo parecchi in giro per la città. Sicuramente proverò a riutilizzarlo, anche se non a breve perché ormai è freddo. In generale, credo sia un'idea carina ma più in ottica turistica. Da pesarese, se devo spostarmi, preferirò sempre la mia bici personale, che praticamente tutti hanno. Per un pesarese, a parte provarlo qualche volta all'inizio e per pura curiosità e divertimento, lo vedo più come un'alternativa in situazioni particolari dove ti capita di non avere il tuo mezzo, ma non come una cosa una cosa che viene utilizzata con costanza».

Luigi: «è facile da usare e mi ha soddisfatto ma non lo userei di nuovo perché costa troppo. Consiglierei comunque di provarlo almeno una volta. Abbasserei un po' il prezzo e cercherei di far capire meglio dove effettivamente si può andare con il monopattino».

Tommaso: «è molto facile da usare, sia come mezzo che come applicazione ed è un'esperienza che mi ha soddisfatto molto. Nonostante ciò, non lo riutilizzerei perché non è molto economico. Lo consiglierei comunque ma con la dovuta accortezza alle leggi stradali e sulla sicurezza».

Alessandro: «è facile da usare e anche molto intuitivo. Come esperienza tutto sommato è stata abbastanza divertente, anche se difficilmente lo riutilizzerò per via dei costi e perché comunque preferisco la bici personale. Consiglierei di usarlo ma con molta prudenza. Apporterei quale modifica all'app: ho avuto qualche problema poiché non riconosceva il punto esatto del parcheggio che per qualche ragione era indicato erroneamente come fuori zona limite. Inoltre col sistema di prenotazione monopattino è rognoso andare incontro a un mezzo e ritrovarsi impossibilitato a sbloccarlo perché prenotato. Se un monopattino è prenotato, dovrebbe essere visibile dall'app».

Condividi

Primo, registrazione presso il Tribunale di Pesaro n°3/2019 del 21 agosto 2019. P.Iva 02699620411

Questo sito usa cookie di Google Analytics per raccogliere dati in forma esclusivamente aggregata al fine di migliorare l'esperienza degli utenti e le funzionalità del sito.

Leggi l'informativa estesa